crescita dei capelli

Nel campo dei capelli e della calvizie, la ricrescita è un tema molto discusso.

L’alopecia androgenetica è infatti una condizione che affligge molte persone al giorno d’oggi, di ogni età.

In questo ambito, la ricrescita viene trattata come un fenomeno miracoloso.

Tuttavia, essa è possibile sotto varie condizioni, come l’alimentazione o la terapia farmacologica.
Allo stesso tempo, il trapianto di capelli resta l’unico modo per riavere una chioma folta in aree completamente glabre.

 

La perdita dei capelli e il tema ricrescita

Secondo stime recenti, il 40% degli uomini entro 35 anni soffre di alopecia androgenetica, la comune perdita di capelli. Questa percentuale supera il 65% dopo i 60 anni, per arrivare all’80% dagli 80 anni in su. Nelle donne, prima della menopausa, la percentuale si aggira intorno al 30%; dopo, sale al 40%.

Il tema della ricrescita sul web viene spesso promosso con prodotti “miracolosi” che non hanno tuttavia gli effetti desiderati. Al contrario, è spesso facile incappare in falsi annunci al solo scopo di lucro.

In realtà la ricrescita dei capelli è possibile, a patto che si intraprenda un percorso efficace.

 

Le soluzioni alla ricrescita dei capelli

L’alimentazione e la ricrescita

Quando si desidera rafforzare e far ricrescere i propri capelli, il primo campo è il cibo.

Infatti, in base agli alimenti che ingeriamo possiamo conferire alla nostra chioma gli ingredienti essenziali per la loro robustezza, o anche facilitare la caduta.

Ad esempio, uno dei cibi da preferire per preservare i capelli è il salmone. Questo consente al corpo di introdurre gli omega-3, acidi grassi che fungono da nutrienti fondamentali per i follicoli.

Inoltre, tutti i cibi che contengono vitamina C, come mirtilli, papaya e arance, sono da preferire.  Assumere questi alimenti permette di facilitare la circolazione del sangue nel corpo, alimentando i capelli in modo migliore. La vitamina C stimola anche la produzione di collagene, che a sua volta rafforza il fusto dei capelli.

Infine l’alimentazione deve contenere gli ortaggi arancioni, come le carote e la zucca, fonti di vitamina A. Questa è importante per combattere il processo di caduta dei capelli e per la produzione di sebo.

Terapia farmacologica

Anche i farmaci possono facilitare il processo di ricrescita dei capelli. Esistono due medicinali in particolare che vengono spesso somministrati in questi casi: finasteride e minoxidil.

Finasteride è un inibitore dell’enzima 5-alfa reduttasi che permette di combattere la produzione di DHT. Questo è il maggior responsabile dell’atrofizzazione e caduta dei capelli.

Minoxidil invece è un farmaco con azione vasodilatatrice che permette di migliorare il nutrimento dei capelli, stimolandone la crescita. Esso viene impiegato nei casi di alopecia androgenetica maschile e femminile e per l’alopecia areata.

Il trapianto di capelli

Anche noto come autotrapianto, il trapianto di capelli è un’operazione chirurgica che permette la ridistribuzione dei capelli nel cuoio capelluto.

Il trapianto di capelli in Canada presso la clinica dei Dr. Hasson & Wong è considerato uno dei migliori al mondo. La clinica si trova nella città di Vancouver. Gli incontri informativi vengono organizzati anche in Italia.

Per avere una panoramica dei risultati, cliccare sul seguente link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.