repair trapianto capelli

All’inizio degli anni ’90 mi sono sottoposto a due trapianti di capelli per ricostruire la mia attaccatura. All’epoca ero probabilmente un Norwood 2A-3A. Avevo vent’anni e stavo perdendo i capelli, una situazione debilitante a qualsiasi età. Ogni mattina mi veniva un’ondata di nausea quando trovavo i capelli sulla federa del cuscino. Indossavo un cappello il 60 per cento delle volte, mi sentivo insicuro e cercavo disperatamente una soluzione alla mia perdita di capelli.

La mia decisione di fare un trapianto di capelli

Photo of hair transplant repair hairline

I miei primi trapianti di capelli

Quando mi sono informato sul trapianto di capelli, l’ho visto come la mia cura miracolosa. Ho preso i soldi che avevo e mi sono sottoposto all’intervento senza pensarci due volte. La mia speranza si è rivelata un incubo. Non saprò mai se il dottore era inesperto, se i progressi della medicina non erano ancora al livello odierno o se l’intervento è stato un completo disastro per altri motivi. Non sono tornato indietro per chiedere spiegazioni, mi sono solo nascosto. Anni dopo mi è stato detto che quello che mi era stato fatto era al limite del criminale. Ero devastato. Prima dell’intervento avevo almeno la possibilità di radermi la testa, ora mi è stata tolta anche quella possibilitù. Non c’era altro da fare che nascondere il casino che era stato fatto sulla mia attaccatura.

 

Vivere con i risultati

Per 15 anni dopo il mio trapianto di capelli fallimentare, sono stato costretto a portare un una protesi. Si trattava essenzialmente di un parrucchino che veniva incollato al cuoio capelluto e cambiato ogni poche settimane per nascondere i segni devastanti del precedente intervento. Lo nascondevo a tutti, tranne a poche persone di cui mi fidavo e che mi ossessionavano ogni giorno. La gente se ne accorgeva? Era ovvio? Non passava giorno che non mi esaminassi da tutte le angolazioni allo specchio. Indossavo un cappello il 95 per cento delle volte e vivevo nella paura che qualcuno me lo togliesse per scherzo e mi toccasse i capelli. Sono diventato un maestro delle scuse per spiegare perché non volevo uscire con gli amici. La prima cosa che ho notato in tutti, dagli attori ai senzatetto del posto, è stata quanto fossero belli i loro capelli. Se non avessi neanche un dollaro, ma un nichelino per ogni volta che pensavo ai capelli, sarei senza dubbio l’uomo più ricco del mondo.

Ho fatto i conti e nel corso degli anni la protesi mi è costata più di 75 mila dollari per la manutenzione. Per non parlare del fatto che giudavo più di un’ora ogni volta.

Una delle poche volte in cui sono stato senza cappello è stato quando ho fatto il bagno nell’oceano.

 

Chirurgia correttiva

A quel punto non ce la facevo più. Diventai ossessionato dalla ricerca di nuove tecnologie e procedure valide, tutto ricercando online. Ho visitato diversi chirurghi che mi hanno offerto piccoli suggerimenti su come sistemare un po’ l’effetto bambola, ma ogni volta me ne sono andato scoraggiato e senza speranza. Ho setacciato internet per altri 2 mesi e ho trovato il sito di Hasson e Wong. Era onesto, informativo ed completo. Non trattenevo più il fiato per i miracoli, ma per la prima volta ho pensato che potesse esserci una speranza.

hair transplant repair Hasson and Wong

Riparazione del trapianto di capelli Hasson e Wong

Ho fatto un viaggio a Vancouver non appena ne ho avuto la possibilità. La chiave della visita è stata che il dottor Hasson e il team hanno capito la mia trepidazione rispetto alla mia situazione. Dopo aver guardato il mio cuoio capelluto, il dottor Hasson mi ha detto che si sentiva malissimo per quello che mi era stato fatto e per quello che avevo affrontato negli ultimi 20 anni. Mi ha spiegato le nuove procedure e mi ha parlato onestamente dei risultati attesi. Non ha promesso miracoli, ma ha offerto un’opzione che mi avrebbe potenzialmente permesso di vivere senza cappello, senza parrucchino e senza paura.

Dopo due interventi correttivi ho una testa quasi piena di capelli e la mia attaccatura è fantastica. Ho la libertà che mi è mancata per quasi 20 anni. Posso vivere senza cappello, senza paura che qualcuno mi tocchi la testa, posso giocare nell’acqua in pace e posso vivere senza la costante insicurezza del mio segreto. Alla Hasson&Wong mi hanno cambiato la vita per sempre.

Non posso esprimere la mia gratitudine al dottor Hasson e al team per avermi dato la libertà di vivere di nuovo la mia vita. Sono una persona estremamente riservata e normalmente non mi offro volontario per condividere la mia storia, ma mi sentirei egoista a non farlo in questo caso. So di non essere l’unico a passare ore online in cerca di speranza. La mia storia ventennale di sofferenza ha avuto fine grazie alle persone giuste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.