Dr. Victor Hasson – 2593

 

Chirurgia eseguita da: Dr.Victor Hasson

Tipo di chirurgia: FUE

Scala Norwood: 3A

Numero di unità follicolari: 2593

 

Questo paziente di Vancouver di 25 anni si è rivolto al Dr.Hasson per trattare la sua attaccatura stempiata e diradata. Il paziente si stava preoccupando sempre più per la caduta dei capelli e ha quindi deciso che era giunto il momento di risolvere il problema. Il paziente stava adottando delle pettinature strategiche, come molti pazienti sono soliti fare, utilizzando i capelli più lunghi sui lati per coprire le aree diradate del frontale. Con qualche artificio cosmetico riusciva a nascondere la situazione. Ovviamente in caso di vento forte o pioggia il rischio che qualcuno notasse il diradamento era dietro l’angolo. In ogni caso avere questi capelli lunghi per effettuare una sorta di piccolo riporto lo ha aiutato a non rendere particolarmente evidente la chirurgia FUE a cui si è sottoposto permettendogli un rapidissimo ritorno alla normalità. Dopo solo una settimana dalla chirurgia, una volta svanito il gonfiore, è riuscito a nascondere a tutti il fatto di essersi sottoposto ad un trapianto di capelli.

Il Dr.Hasson hanno estratto via FUE e posizionato 2593 unità follicolari per abbassare la sua attaccatura e ricostruire parte della zona frontale. Di queste 2593 unità follicolari, 456 contenevano un singolo capello, 1710 ne contenevano due e 427 erano da 3-4 capelli. Per l’estrazione è stato utilizzato un punch da 0.85 mm di diametro. Le fotografie mostrano il risultato a quasi cinque mesi e ci si aspetta che vi sia molta ricrescita ancora. Il paziente ci verrà a trovare ogni mese per aggiornarci sulla sua evoluzione. Il Dr.Hasson crede che il suo risultato migliorerà progressivamente. Il paziente può ora mostrare a tutti la sua attaccatura e non deve più temere il vento e la pioggia. Non ha più bisogno di pettinature classiche e può pettinarsi come vuole. Il paziente è già molto soddisfatto e ha iniziato a vedere una sostanziale differenza in termini di densità e copertura. Il paziente è molto entusiasta dei suoi miglioramenti e non vede l’ora di mostrare a tutti il risultato finale del suo intervento.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Post comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.