perdita dei capelli e carenze alimentari

La salute dei capelli inizia a tavola. Nel corso degli anni, infatti, sono state notate non poche correlazioni tra perdita dei capelli e carenze alimentari ed è per questo motivo che bisogna sia approfondire l’argomento che conoscere quali sono gli alimenti in grado di fare bene al nostro organismo e alla nostra chioma.

Purtroppo, chi nota un diradamento dei capelli è spesso preso dallo sconforto e questo fa sì che si ricerchino delle soluzioni fai da te che possono portare più conseguenze negative che effetti positivi. Cosa fare? Cercare di capire quelle che sono le cause della caduta dei capelli e agire di conseguenza. Solo in alcuni casi, infatti, si tratta di alopecia androgenetica mentre, in altri, possono esserci delle carenze alimentari che portano alla caduta dei capelli.

Se nel caso di alopecia androgenetica l’unica soluzione è il trapianto di capelli, quando di parla di perdita dovuta a cattive abitudini alimentari è possibile cercare di invertire la rotta, permettendo ai capelli di ritornare sani e forti.

 

Perché perdita dei capelli e carenze alimentari sono collegate

Quando si parla del legame tra perdita dei capelli e carenze alimentari è utile cercare di approfondire. Le due cose sono collegate in maniera concreta e oggi abbiamo la certezza di tutto ciò. Grazie a una serie di studi di settore, infatti, si è arrivati a capire che carenze di vitamina D sono la causa di una abbondante caduta dei capelli, che può talvolta apparire irreversibile anche se, per fortuna, non sempre è così. Ecco, quindi, che per migliorare la situazione è necessario cercare di introdurre alcuni specifici elementi nella propria alimentazione.

Quali? Ecco una lista:

  • Vitamine del Gruppo B: permettono la regolarizzazione della produzione di sebo e, quindi, un perfetto stato di salute dei capelli.
  • Biotina: la vitamina H ha il compito di irrobustire il capello. Il suo effetto? Aiutare la produzione di cheratina.
  • Vitamina E: permette di lottare contro i radicali liberi, che deteriorano le cellule dei capelli e li fanno cadere.
  • Ferro: questo minerale accelera quelli che sono i processi di cheratinizzazione del capello.
  • Zinco: elemento che permette al capello di non indebolirsi.

Questi sono solo alcuni degli elementi da introdurre attraverso l’alimentazione, che permettono ai nostri capelli di diventare più forti e sani.

Alimenti da consumare per la salute dei capelli

Quali sono i migliori alimenti da consumare per la salute dei capelli? Di sicuro quelli ricchi di vitamine: latte, cereali, lievito di birra e, ancora, semi di sesamo, semi di girasole, latte, formaggi, tuorlo d’uovo, pesce, carne. Anche il ferro, come detto, è importante e quindi si devono consumare anche legumi, uova, spinaci, molluschi. Una dieta sana ed equilibrata e, soprattutto, variegata. Questo è il primo consiglio che si deve dare a chi cerca di mangiare meglio per avere una chioma più sana e, soprattutto, più forte e meno incline alla caduta.

Per la vitamina D, invece, si consiglia l’esposizione al sole che, naturalmente, deve essere effettuata con le giuste cautele. Come si nota, non è poi difficile cercare di avere capelli sani attraverso delle corrette abitudini alimentari che, oltre che alla chioma, fanno molto bene anche al nostro organismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.