A cosa si deve la perdita di capelli nell’uomo?

La caduta di capelli nell’uomo è dovuta ad una patologia chiamata alopecia androgenetica o calvizie di tipo maschile. E’ noto che si tratta di una patologia che coinvolge gli ormoni sia negli uomini che nelle donne. Esiste una predisposizione genetica per questo tipo di patologia. In altre parole, se vostro padre o vostro nonno soffriva di calvizie è molto probabile che la stessa sorte tocchi a voi.

 

Un paziente affetto da calvizie androgenetica solitamente osserva una progressiva perdita di capelli a causa della miniaturizzazione dei follicoli capillari.

Questa miniaturizzazione androgenica è la causa più comune di caduta dei capelli negli uomini e colpisce circa il settanta percento degli uomini in alcun punto della loro vita. Cerchiamo di capire meglio questo processo spiegandolo in maniera semplice e comprensibile:

Ogni capello del nostro scalpo vive in una “struttura” chiamata follicolo. Nella maggior parte dei casi le dimensioni del follicolo restano invariate ed il capell,o sano continua a crescere normalmente. Nelle persone affette da calvizie però per alcune ragioni, il follicolo si rimpicciolisce. Il risultato finale di questo restringimento del follicolo è un capello che diventa progressivamente più corto e fine o che smette totalmente di crescere.

In alcun momento, sebbene il follicolo rimanga vivo ed aperto nonostante la riduzione delle sue dimensioni, il capello smette di crescere. Questa situazione viene definita come alopecia androgenetica.

Ciclo di crescita del capello

In generale i capelli crescono di circa 15 cm ogni anno. Il ciclo di vita del capello si compone di 3 fasi.

Fase Anagen

E’ la fase di crescita attiva del capello. Durante la fase anagen le cellule della radice del capello crescono e si dividono rapidamente. Una volta che il nuovo capello si è formato viene spinto verso l’alto al di fuori del follicolo. Se nel follicolo è già presente un capello, questo sarà espulso da quello nuovo e cadrà. Questo processo di caduta è normale ed è parte del ciclo del capello, i nuovi capelli sostituiscono semplicemente quelli che cadono.

Durante la fase anagen i capelli cresceranno di circa un centimetro al mese. Questa fase di crescita attiva durerà dai due ai sei anni. Può darsi che voi stessi o dei vostri amici abbiate notato come i vostri capelli non crescano oltre una certa lunghezza. Questo significa che la vostra fase anagen è corta. Le persone che possono far crescere i capelli molti lunghi in tempi relativamente brevi si caratterizzano per una fase anagen lunga.

La durata della fase anagen è diversa in altre parti del corpo. Di norma le sopracciglia, le ciglia e i peli del corpo hanno una fase anagen molto corta.

Fase Catagen

Durante la fase catagen la crescita del capello si interrompe. La guina epiteliale esterna del follicolo si restringe e si attacca alla radice del capello.

Fase Telogen

Questa fase è considerata come quello di “riposo” del ciclo di crescita. Durante la fase telogen che dura circa 100 giorni, il follicolo è in fase di riposo ed il capello in esso contenuto è completamente maturo e presenta una terminazione biancastra alla base (evidente se si strappa un capello in telogen e se ne osserva la radice). È normale perdere tra i 25 e i 100 capelli in telogen al giorno.

Quali sono le cause della caduta di capelli nell’uomo?

Cambi ormonali

Come sottolineato l’alopecia androgenetica è legata principalmente a cambi a livello ormonale. In particolare, i livelli di un ormone chiamato diidrotestosterone possono subire importanti variazioni. Se i livelli di DHT nello scalpo aumentano si avrà un accorciamento della fase anagen che a sua volta comporterà una diminuzione della produzione di nuovi capelli. I capelli che continueranno a crescere saranno progressivamente sempre più fini.

Ereditarietà

Le probabilità di soffrire di alopecia androgenetica sono maggiori se qualcun altro nella vostra famiglia ne ha sofferto.

Segnali della caduta e sintomi

La perdita di capelli nell’uomo inizia solitamente con una notevole miniaturizzazione dei capelli. Solitamente questo assottigliamento si verifica nella zona delle tempie anche se alcuni uomini sperimentano prima un diradamento nella zona posteriore dello scalpo (chierica). Un altro segnale importante è un aumento inusuale della caduta che si nota soprattutto quando si fa la doccia o al mattino osservando i capelli rimasti sul cuscino.

Trattamento e prevenzione della caduta dei capelli.

Esiste una gran varietà di trattamenti e di misure preventive per rallentare l’avanzare della calvizie:

Rogaine/Minoxidil

Uno dei prodotti più famosi disponibili sul mercato è il Rogaine (Minoxidil). Il Rogaine dev’essere applicato sullo scalpo due volte al giorno al mattino e prima di coricarsi. Il prodotto agisce bilanciando i livelli del DHT nello scalpo e di conseguenza riducendo la sensibilità e l’irritazione follicolare causate dalla presenza eccessiva di DHT. E’ importante sottolineare che per mantenere i benefici ottenuti dall’uso del Rogaine è necessario continuare ad utilizzarlo. Se se ne sospende l’uso i nuovi capelli ricresciuti potrebbero cadere.

Propecia/Finasteride

Un’altra opzione famosa ed efficace è quella rappresentata da Propecia (Finasteride). Propecia è una pastiglia da assumere giornalmente in forma orale. Cosi come il Rogaine se si sospende l’assunzione si possono perdere tutti i benefici acquisiti.

Trapianto di capelli

In alcuni pazienti il trattamento farmacologico con Rogaine e Propecia non fornisce i risultati desiderati. Sono sempre di più coloro che ricorrono alla chirurgia di trapianto di capelli per recuperare i capelli persi. I risultati della chirurgia sono permanenti e permettono alla maggior parte dei pazienti di ottenere i risultati desiderati.

La scala Norwood

La scala Norwood è usata con fini descrittivi per evidenziare i diversi gradi di perdita di capelli nell’uomo.

La scala Norwood mostra le tipologie più comuni di perdita di capelli maschile.