follicolo pilifero

Il corpo umano nasce con circa 5 milioni di follicoli piliferi sul proprio corpo, di cui oltre 1 milione sul cuoio capelluto. 

Ciascun follicolo gioca un ruolo fondamentale nel nostro organismo. Ad esempio garantisce la crescita dei peli e promuovere lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni.

E’ importante sapere come alcune condizioni come l’arrossamento, il prurito o il rigonfiamento, influiscono sulla salute dei follicoli, causando la caduta dei capelli.

 

Cosa sono i follicoli piliferi

Con il termine “follicolo pilifero” si intende la struttura base di ciascun pelo o capello del nostro corpo. A livello fisico, i follicoli appaiono come dei “tubi” di forma cilindrica con base arrotondata, nella cui parte superiore vi è un “buco” da cui cresce il pelo. Una similitudine può essere quella del piede e della calza: la calza rappresenta il follicolo, mentre il piede è il pelo.

 

Caratteristiche dei follicoli piliferi

Ciascuno di noi cresce con all’incirca 5 milioni di follicoli piliferi, di cui una parte molto consistente è presente sul capo.

Strutturalmente, i follicoli piliferi sono costituiti da fibre di cellule che crescono per sostenere i capelli.

La base del follicolo è un bulbo circondato da fibre nervose. Esse garantiscono la sensazione tattile quando i peli vengono toccati dall’esterno.

Nella pelle i follicoli si trovano soprattutto nei due strati più esterni, l’epidermide e il derma. Solo raramente sono presenti nell’ipoderma.

Sul corpo i follicoli sono distribuiti in modo disomogeneo, con aree a maggiore densità di altre. La grandezza di ciascun follicolo pilifero è diversa e dipende dalle cellule dell’area in cui si trova.

Sebbene il colore dei capelli cambi durante la nostra vita, il colore dei follicoli è uguale a quello della pelle circostante, e rimane costante nel tempo.

 

Fattori che influenzano la crescita dei follicoli

Nel caso in cui un follicolo sia estratto insieme alla radice, nella maggioranza dei casi ricrescerà senza problemi. La presenza invece di condizioni come l’arrossamento, il rigonfiamento, ma anche patologie come l’alopecia areata o l’alopecia androgenetica possono influire in modo permanente sulla vita del follicolo, portando anche a caduta dei capelli.

Tra le altre condizioni che hanno un effetto sui follicoli ci sono la follicolite, il telogen effluvium e lo stress.

 

La crescita dei peli

La funzione primaria dei follicoli piliferi è quella di garantire la crescita dei peli che vi si trovano all’interno.

Il ciclo di crescita dei capelli è composto da 3 fasi consecutive.

La prima fase, detta anagen, è il periodo di crescita del capello. Questo risultato è garantito dalla presenza dei follicoli piliferi, che promuovono la creazione di nuovi vasi sanguigni (angiogenesi) e centri nervosi (neurogenesi).

Dura in media tra i 2 e i 7 anni, ed in questa fase avviene la trasformazione dei cheranociti in cheratina. La crescita media dei capelli nell’uomo è di 1 cm al mese; nella donna è invece di 1.5 cm al mese.

Durante la fase catagen, di durata 2-3 settimana, avviene la cessazione dell’attività del follicolo pilifero, con un lento ma continuo arresto di tutto le funzioni.

Nella fase telogen, che dura circa 3 mesi i capelli si trovano ancora all’interno dei follicoli ma la crescita è ferma.

A seguito dalla fase telogen, ci sarà una nuova fase anagen di crescita del capello.

 

Approfondimento sui follicoli piliferi

Una ricerca del 2016 pubblicata su PubMed si è posta l’obiettivo di studiare i follicoli piliferi in vivo durante tutte le fasi di vita.

Per una lettura completa dello studio, si clicchi al seguente link.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.