finasteride effetti collaterali

Uno degli aspetti principali che riguardano l’uso di finasteride è quello degli effetti collaterali. Il medicinale, utilizzato sia per il trattamento dell’iperplasia prostatica benigna (IPB) che per l’alopecia androgenetica, può causare effetti collaterali a livello mentale, fisico e sessuale. In alcuni casi però, la durata di tali effetti può estendersi anche dopo l’utilizzo del farmaco, per mesi o anche anni.

 

Cos’è finasteride

Nata originariamente per la cura dell’IPB, al giorno d’oggi finasteride è uno dei farmaci più utilizzati contro la calvizie comune, ovvero l’alopecia androgenetica. E’ tuttavia utilizzata anche per altri tipi di alopecia, come il telogen effluvium, l’alopecia areata e la tinea capitis.

Si tratta di un farmaco approvato dalle principali case farmaceutiche mondiali in grado di agire a livello chimico contro il fenomeno che porta alla caduta di capelli.

Il principio attivo può essere acquistato mediante diversi farmaci, come “Proscar” o “Propecia”, e a diverse concentrazioni. Prima di intraprendere un percorso terapeutico con finasteride, è fortemente consigliato il parere di un medico.

 

Effetti di finasteride

Il medicinale fa parte dei cosiddetti “inibitori” dell’enzima 5-alfa-reduttasi. Infatti, a livello biochimico esso agisce limitando significativamente la conversione del testosterone in diidrotestosterone, o DHT. Quest’ultimo è il responsabile principale della caduta dei capelli per alopecia androgenetica, in quanto si lega ai ricettori androgeni dei follicoli e determina la progressiva caduta dei capelli in maniera definitiva.
Grazie all’azione di finasteride, all’interno del corpo risulta una concentrazione inferiore di DHT, e di conseguenza si verifica una minore caduta di capelli.

 

Effetti collaterali di finasteride

Come la maggioranza dei farmaci, anche finasteride presenta degli effetti collaterali. Questi effetti devono essere chiari al paziente e tenuti in considerazione prima dell’inizio della terapia.

Tra i principali ci sono quelli legati alla sfera sessuale:

  • Diminuzione del desiderio sessuale (libido)
  • Possibilità di sviluppare disfunzione erettile, ovvero incapacità di mantenere un’erezione
  • Comparsa di dolore o discomfort ai testicoli
  • Problemi relativi all’eiaculazione 

Tra gli altri, relativi alla sfera mentale e fisica, troviamo:

  • Cambiamento rapido di umore e depressione
  • Dolore ed ingrossamento dei seni
  • Prurito e orticaria
  • Sudorazione eccessiva alla faccia e alle labbra

 

Sindrome post-finasteride

I sintomi presentati nella sezione precedente non si verificano sempre e, nel caso presenti, spariscono quasi sempre dopo aver terminato la terapia. Esistono tuttavia casi in cui è possibile che alcuni sintomi permangano anche dopo la fine del trattamento con finasteride. Stiamo parlando della cosiddetta “sindrome post-finasteride”. Gli effetti collaterali che riguardano questa condizione fanno parte sia della sfera fisica che di quella sessuale e mentale.

Sono in corso diversi studi scientifici per individuare le cause e le correlazioni tra l’utilizzo di finasteride e la comparsa della sindrome. Per un approfondimento sulla tematica, si clicchi al seguente link.

 

Alternative a finasteride

Considerati gli effetti collaterali di finasteride, una delle domande che ci si pone è se esistano delle alternative. La risposta è sì. Tali alternative devono preferibilmente essere valutate insieme al proprio medico curante, come ad esempio un chirurgo plastico esperto oppure un tricologo.

Tra le alternative più scelte c’è senza dubbio il trapianto di capelli, ovvero la soluzione definitiva alla calvizie.

Per maggiori informazioni a riguardo, contattaci al seguente link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.