dermatite seborroica

La dermatite seborroica è una patologia della pelle molto comune che riguarda uomini e donne di qualunque età. Le fasce più colpite sono quelle dei neonati e degli adulti tra i 30 e i 60 anni.

Nei neonati i sintomi più comuni riguardano la formazione di una “crosta squamosa e grassa” sul cuoio capelluto. Oltre che sul capo, negli adulti è concentrata nelle altre aree oleose, come sul naso, intorno alle orecchie o sul petto, con formazioni di irritazioni, macchie squamose e prurito. Se non curata adeguatamente, la dermatite seborroica può essere particolarmente dolorosa, portare alla formazione di croste, pus e arrossamenti e, nei casi peggiori, determinare una caduta dei capelli.

 

Cos’è la dermatite seborroica

Con il termine “dermatite seborroica” si intende quella forma cronica di un eczema che colpisce cuoio capelluto e aree oleose del corpo come petto, schiena, naso e orecchie. Quando la dermatite colpisce, è importante distinguere la patologia da altre con simili sintomi, come la psoriasi, la tinea versicolor o la rosacea.

Fattori di rischio

Secondo un recente studio, circa l’11% della popolazione soffre di dermatite seborroica, anche se essa colpisce più frequentemente i neonati e gli adulti tra 30 e 60 anni. In particolare, sarebbero più a rischio gli uomini rispetto alle donne, e i “Caucasici” rispetto agli “Afro-americani”.

Tra i fattori di rischio che aumentano la probabilità di sviluppare tale patologia ci sono:

  • pazienti che hanno ricevuto un trapianto di organi
  • pazienti in cura contro il linfoma di Hodgkin
  • pazienti che soffrono di HIV
  • chi soffre di depressione, morbo di Parkinson o epilessia.

Sintomi della patologia

Quando siamo colpiti da questo genere di patologia, i principali sintomi sono:

  • formazione di forfora sul cuoio capelluto che si accumula su collo e spalle
  • arrossamenti distribuiti sulla pelle, in particolare in prossimità delle pieghe dei genitali e delle ascelle
  • crosta da latte di colore giallognolo nei neonati
  • comparsa di macchie a forma di anello su petto, schiena e sulla fronte
  • infiammazioni locali con comparsa di croste e pus

Nel caso in cui non venga curata per tempo, la dermatite seborroica può indebolire capelli e cuoio capelluto, causando potenzialmente anche calvizie.

 

Come agire contro la dermatite seborroica

Il primo approccio che si può seguire è quello di una cura in sinergia con il proprio medico di riferimento. In base al tipo di pelle e ai sintomi presenti, il dottore potrebbe consigliare uno shampoo contro la forfora per combattere la dermatite seborroica sul cuoio capelluto. Ulteriori trattamenti potrebbero riguardare l’uso di prodotti antimicotici e saponi ipoallergenici.

Nel caso in cui questi trattamenti non abbiano avuto esito positivo, si può ricorrere all’uso di antibatterici come “Metronidazole”. Per alleviare i sintomi della patologia sulla pelle, il dottore potrebbe anche consigliare un terapia di luce ultravioletta da combinare all’uso del medicinale “Psoralen”.

Per avere un miglior igiene, potrebbe essere anche consigliato rimuovere barba e baffi, mentre per evitare irritazioni cutanee è consigliato l’uso di abiti di cotone.

Se invece desideri un approccio più rigoroso, il consiglio è quello di farsi visitare da un medico esperto nel settore, come ad esempio un dermatologo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.