alopecia areata

Si parla spesso di alopecia androgenetica e, sebbene questa sia la forma più diffusa non è la sola. Sarà necessario, quindi, focalizzare la propria attenzione anche sull’alopecia areata che si verifica in parecchi casi e che, come è stato recentemente appurato, può essere un primo, importante campanello d’allarme per la diagnosi di malattie del sistema immunitario come, ad esempio, il Lupus. Quali sono le cause dell’alopecia areata, come si manifesta e quali sono i possibili rimedi? Cercare di rispondere a queste domande aiuta chi ha bisogno di capire cosa sta accadendo alla propria chioma.

 

Tutto sull’alopecia areata

La prima differenza tra alopecia areata e alopecia androgenetica è che in questo caso i capelli cadono formando delle vere e proprie chiazze di forma tendenzialmente tondeggiante.Si tratta di una caratteristica che riesce a far capire che si tratta di alopecia areata anche a prima vista. Naturalmente è il caso di approfondire il discorso, poiché questa può essere la spia di una malattia sistemica di non poco conto. Inoltre, il tutto può evolvere in alopecia totale che, in qualche modo, è molto simile alla calvizie dato che i capelli cadono del tutto. Si deve sottolineare che questo tipo di alopecia può colpire anche i peli del corpo e la barba. Se cadono anche questi si è dinanzi a un caso di alopecia universale.

Spesso la causa dell’alopecia areata è neurogenica. Anche se non sono chiare le singole cause che provocano l’insorgere di questa problematica, è possibile dire che nella maggior parte dei casi si è avuto almeno un  altro caso simile in famiglia. Questo fa pensare che si tratti di un qualcosa di ereditario, in cui sono implicati i geni. In altri casi, questa tipologia di alopecia viene semplicemente causata dallo stress. Problemi tiroidei e squilibri ormonali potrebbero essere altre cause che provocano l’insorgere di questo tipo di alopecia.

Sostanzialmente, nel momento in cui i globuli bianchi vanno per qualche motivo ad aggredire quelle che sono le cellule dei follicoli piliferi si scatena la reazione sottesa a questo tipo di alopecia. Inizialmente si ha un arrossamento della cute e, in seguito, la caduta vera e propria. Tutto questo non permette la nascita di nuovi capelli diventa soprattutto se si prende in considerazione quella che è la zona in cui i follicoli iniziano a diventare sempre più piccoli e i capelli più fragili. Siamo all’inizio di una calvizie in piena regola.

Come detto, in alcuni casi è possibile trovare la correlazione tra alopecia areata e Lupus o altre malattie autoimmuni. Si tratta di una scoperta abbastanza recente che, però, segna un passo in avanti nella diagnosi precoce di questo tipo di malattie che, in alcuni casi, sono poco conosciute. Si tratta, quindi, di un campanello d’allarme che dovrebbe spingere i soggetti ad approfondire la questione con delle specifiche analisi, così da capire se si tratta o meno di una malattia di quel tipo o di qualche altra problematica.

L’alopecia areata può arrivare anche a far perdere tutti i capelli. Cosa fare in questi casi? Cercare di rivolgersi a un bravo tricologo per il trapianto di capelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.